Videoclip- Il ” selfie” vince: Quattrone si aggiudica il Gran Premio Manente 2015

 

Anche il cantastorie Otello Profazio, tra gli ospiti della  IV  edizione “Premio Manente 2015”,una manifestazione che dopo Verzino e Santa Severina, ha chiuso i battenti  nel Santuario di Manipuglia, a Crucoli.

Vincitore del Gran Premio Manente, Armando Quattrone con il Videoclip  “ FIERO DI TE”. Nato a Gioiosa Marina, Armando viaggia molto: Germania, Irlanda, Parigi, Atene ,tra le altre .La sua musica si rifà agli Anni Sessanta italiani, ‘contaminata’ da reggae e tarantella. E’ lui stesso il regista del  videoclip, montato da Dan Weigl della Deer and Shark Production di Amburgo.

quattrone PREMIATO 2015

Protagonista del video un govane impegnato  perennemente con un “selfie”. Un artificio che consente al regista di documentare le bellezze naturalistiche calabresi.

Premio Social e Premio Regia a L’ACCROCCHIO dei Calabrolesi Rock Band regia di Claudio Metallo oltre 3.150 visualizzazioni in poche settimane sul Canale youtube dedicato al Gran Premio Manente. Il video è uno spaccato di musica, tradizione e innovazione. Fuori dagli schemi, ripercorre tracce di vita calabrese, quotidianità e incursioni dialettali. .

Premio Miglior Brano – TERRA D’ACQUA E FOCU a Maria Teresa Lonetti regia di Massimo Spadotto in arte Agemax. Un  omaggio alla Calabria, alle sue bellezze, alle sue storie e alle inquietudini che la caratterizzano.

Premio Speciale questo anno va agli Sventurati Folk con FIGLIO D’ARTE regia di Mario Lops, da Ostuni.. Connubio tra tarantelle e pizzica salentina, gli Sventurai hanno dato al Gran Premio Manente un ottimo spaccato della Puglia.

otello profazio premio manente

Oltre  2000 presenze per il già citato  Otello Profazio, esecutore, compositore e ricercatore: un cantastorie  del Sud. Fra i suoi dischi vale la pena ricordare soprattutto “Qua si campa d’aria”, che ha ottenuto il disco d’oro per aver venduto più di un milione di copie, primato mai più raggiunto da un’opera folk.

 

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *