Sulle orme di Gioacchino da Fiore

camminata ecologica

Dopo le Camminate Gioachimite che il Gruppo Escursioni Ecologiche del Comitato UISP di Catanzaro ha organizzato dal 16 al 19 luglio,  percorrendo a piedi i sessanta chilometri che separano l’Abbazia di Corazzo da quella Florense di San Giovanni in Fiore,  altre iniziative sono già in cantiere. Infatti, gli escursionisti “uispini”, sempre stimolati dal volere  scoprire i luoghi in cui ha vissuto ed operato l’abate Gioacchino da Fiore, stanno programmando per sabato 1 agosto p.v. una Camminata Ecologica nei territori del Comune di Aprigliano e più precisamente nella zona di Tassitano e Gisbarro.

L’iniziativa, in dettaglio, vedrà gli escursionisti raggiungere una antica costruzione che, secondo gli organizzatori potrebbe essere l’Abbazia di Tassitano fatta edificare da Gioacchino da Fiore intorno al 1195.

camminata ecologica 02

Infatti, nel 1194, dopo la morte di Tancredi, subentrò nel Regno di Sicilia Enrico VI di Svevia, figlio di Federico Barbarossa, il quale concesse a Gioacchino da Fiore un vasto tenimento in Sila e privilegi sovrani su tutta la Calabria. In questo periodo Gioacchino fondò i monasteri di Bonoligno e di Tassitano, oltre ad acquisire altri monasteri già italo-greci. In virtù del patrimonio terriero ed ecclesiale acquisito, Gioacchino da Fiore si recò a Roma ricevendo da Papa Celestino III l’approvazione della congregazione florense, e dei suoi istituti,  il 25 agosto 1196.

Secondo Riccardo Elia, Walter Fratto, Franco Primiero, Felice Izzi ed Eugenio Attanasio, componenti del gruppo escursionistico dell’UISP, che da mesi stanno perlustrando la zona, il sito, per dimensioni, esposizione e localizzazione, potrebbe essere  riconducibile al frate di Celico, fondatore dell’ordine florense e maestro della civiltà europea.

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *