Soprintendenze: Abramo a Bruno, incontriamo ministro Beni Culturali

 

Riforma soprintendenze. Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo ha chiesto al presidente della Provincia, Enzo Bruno, di promuovere un incontro con il ministro ai Beni Culturali, Dario Franceschini. L’iniziativa, per “scongiurare il rischio che Catanzaro possa perdere le funzioni proprie di sede della Direzione regionale per i beni e le attività culturali della Calabria”.

abramo e bruno

“La recente riforma illustrata dal ministro Franceschini che ridisegna la rete degli uffici dirigenziali, con una nuova articolazione territoriale”, continua Abramo, “priverebbe la città Capoluogo di Regione del suo ruolo di vertice della organizzazione periferica del Ministero cedendo il passo alle due nuove soprintendenze uniche “Archeologia, belle arti e paesaggio” per le province di Catanzaro, Cosenza e Crotone, con sede a Cosenza, e per la città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia, con sede a Reggio Calabria. Si tratta dell’ennesimo colpo inferto alla città Capoluogo che, nella dichiarata volontà di rafforzare i presidi di tutela e semplificare il rapporto tra cittadini e amministrazione, metterebbe a serio rischio la qualità e la continuità dei servizi legati ai nostri beni culturali. E’ il caso del Parco archeologico Scolacium che, negli ultimi tempi, ha visto chiudere i propri cancelli diverse volte per l’assenza di addetti alla custodia e alla vigilanza dell’area di Roccelletta di Borgia in seguito agli ultimi pensionamenti e alla mancate nuove assunzioni”.

 

1 Comment

  1. Anna Zampina scrive:

    Madonna miaaaa, tutti mo si revigghjaru! Patetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *