Ospedale Catanzaro: SEL, ripensare politiche sanitarie

 

Un ripensamento delle  politiche sanitarie per l’Ospedale Pugliese di Catanzaro. E’ quanto chiede Eugenio Conforto, coordinatore circolo Sel del capoluogo di regione.

“È urgente che i posti letto del Pugliese siano aumentati, è necessario che i cittadini si sentano sicuri e tutelati dal nostro sistema sanitario in un momento così difficile di privazioni e timori di non farcela”, sostiene Conforto, ricordando come lo stesso Pugliese sia un ospedale regionale, con  carichi di lavoro notevoli.

“Ogni giorno, senza soluzione di continuità,  la stampa è costretta ad occuparsi di sanità”, sottolinea ancora Conforto, citando ” situazioni al collasso, come quotidianamente accade per il  pronto soccorso”, oppure  i “ritardi sulle  mammografie che espongono a pericolo di vita le donne che non possono periodicamente fare prevenzione (…)”.

 

ospedale

 

“ La politica serve a questo, a  governare le situazioni e anche a correggerle, magari ritornando  su scelte scellerate che, se ancora ottusamente difese, possono portare al crollo del sistema, o alla tensione sociale”, evidenzia ancora il rappresentante di Sel”, come accaduto spesso nel nostro ospedale, soprattutto nel pronto soccorso trasformato in  luogo di scontro tra innocenti (medici e pazienti) che sono soltanto l’ultimo anello, quello più debole, di una catena che dall’alto muove i fili di questo dramma, indifferente a quanto accade(…)”.

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *