Nuovo Ospedale ”Pugliese”: perchè non pensare ad un’altra localizzazione?

 

Catanzaro costruisce male e ricostruisce peggio. Ne è la prova la determinazione del sindaco e del Comune di realizzare il nuovo ospedale – se mai si farà – nella stessa area che ospita il vecchio.

ospedale pugliese 13

Il “Pugliese” fu il frutto di una scelta urbanistica insensata che, in nome della speculazione fondiaria, spinse la citta’ a crescere disordinatamente verso la Presila, anzichè lungo la proiezione naturale che porta al mare. L’area dell’ospedale è intasata dal traffico e dal cemento e l’eventuale costruzione nella stessa zona (peraltro non si capisce bene dove, sulle macerie del “Pugliese”?) aggiungerebbe disordine al disordine e farebbe il paio con il folle investimento di 5 milioni di euro sul vecchio stadio “Ceravolo”.

Perchè non pensare ad un’altra localizzazione dell’ospedale? Di recente la Corte dei Conti ha bacchettato la Regione, proprietaria dei terreni a suo tempo acquistati per la costruzione della nuova sede che la Giunta Chiaravalloti aveva dirottato da Germaneto al Sansinato e oggi improduttivi. Potrebbero essere occupati dal nuovo ospedale, considerato che si trovano a ridosso del centro.

Ma temo che l’esperienza dei decenni passati non abbia insegnato nulla a una comunita’ cieca e sorda, priva di stimoli innovativi e di idee, destinata a svolgere un ruolo sempre piu’ subalterno rispetto alla altre città calabresi, nonostante il pennacchio di “capitale” di una regione inesistente.

Alessandro De Virgilio

 

2 Comments

  1. marino scrive:

    Condivido quanto da lei scritto.
    Con tutta la stima sincera che ho per il Sindaco Abramo, che è sicuramente Persona altamente capace, attenta e volenterosa, penso che su questo sbaglia.
    Non dobbiamo ripetere gli errori del passato continuando a inerpicarci sui dirupi.
    Il nuovo ospedale andava costruito a Germaneto come era stato stabilito all’origine.
    Si polemizza giustamente sul dirottamento del finanziamento e poi si scopre che questo avviene per la mancata presentazione del progetto.
    Ma dico, mettono a disposizione 120 milioni di euro per il nuovo ospedale e nemmeno è stato presentato un progetto? E’ logico che poi si va avanti con i nuovi ospedali che già hanno le carte in regola e a qualcuno venga in mente di dirottare i fondi a Cosenza.
    Sembra assurdo ma sembrerebbe proprio di si, visto che oggi si propone di ricostruirlo sulle macerie del Pugliese.
    Il nuovo ospedale deve servire un grande bacino di utenza e oggi la popolazione di Catanzaro si è spostata verso il mare, come è logico.
    Con la motivazione di salvare Catanzaro dallo spopolamento, si continua a a fare errori come nel passato.
    A parte il fatto che Catanzaro è non solo la parte alta ma anche e soprattutto la parte bassa e la Marina, posso capire iniziative tese a salvare e ripopolare il vecchio centro storico, quello vero, da Piazza Matteotti a Bellavista, ma che c’entra ricostruire un nuovo Ospedale sulle macerie di Pugliese in un tratto di strada già angusto e difficoltoso.
    Già non ci concepisce la ristrutturazione del vecchio Ceravolo che si poteva e si doveva ricostruire in una
    zona diversa con ampi spazi per parcheggi e vicino alla grande viabilità, figuriamoci ricostruire il Pugliese nel punto dove si trova adesso.
    Io sono nato e cresciuto nel centro storico, vivo fuori e lontano da ormai quasi 50 anni, ma per amore verso la mia Città natale, penso sinceramente che l’interesse di pochi commercianti o di pochi abitanti della zona alta della Città, non può e non deve pregiudicare lo sviluppo futuro della Città che è naturale che sia verso il mare.
    Dott. Marini Roma

    • Alessandro De Virgilio scrive:

      Analisi ineccepibile. Ho solo qualche dubbio su Germaneto per l’ospedale, data l’esistenza del policlinico universitario. Le alternative non mancherebbero e io ne ho indicato una, non l’unica. A Germaneto vedrei benissimo lo stadio.
      Alessandro De Virgilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *