E’ morto Domenico Menniti, memoria storica e figura d’impegno straordinario in politica e nel sindacato

 

“E stato uno dei protagonisti delle grandi battaglie politiche e sindacali per il riscatto del Mezzogiorno e in particolare dei più poveri e dei lavoratori”.
Così Sabatino Nicola Ventura ricorda Domenico Menniti, venuto a mancare all’affetto dei suoi cari e delle persone, tante, cui era legato da rapporti di amicizia e di stima.

domenico-menniti-01
Militante Pci dal 1946, Menniti ha percorso vicende politiche e sindacali di rilievo. E’ stato consigliere comunale a Catanzaro per tre consiliature: dal 1964 al 1970 e quindi per tutti gli Anni Ottanta. Componente di primo piano per la Federazione dei lavoratori elettrici della Cgil, fino all’esperienza quale dirigente di Sel.
“Le sue battaglie in Consiglio Comunale e da sindacalista sono state sempre scevre da interessi personali. Con Menniti scompare un’altra figura della politica catanzarese onesta e volta al servizio dei più bisognosi.”, ricorda ancora Ventura, attuale consigliere comunale Pd ed alle spalle lunghi trascorsi da sindacalista, nella Cgil.
Di “ Figura straordinaria”, sempre con riferimento a Domenico Menniti, parla Giuseppe Valentino, della stessa organizzazione sindacale, aggiungendo che “ la Cgil lo ricorda con affetto e saprà cogliere il suo grande esempio”.
Esperienza sul campo e studi approfonditi dei diversi argomenti. Menniti amava discutere dei problemi e soprattutto delle soluzioni possibili. Amava farlo in particolare con i più giovani, spesso infervorandosi, ma sempre con garbo e con estremo rispetto dell’interlocutore. Una “memoria storica”, non soltanto per il capoluogo di regione. Soprattutto, per chi lo ha conosciuto, una straordinaria combinazione di competenza e umanità.
“ Abbiamo intorno a 400-500 diplomati l’anno, tra istituti tecnici, Belle Arti, etc. E questi giovani che debbono fare? Bussare alle porte dei potenti di turno o ingolfare i call center ? ”, ci riferiva nel corso di un’intervista rilasciata ormai 4 anni fa a questo stesso sito, Menniti. Si poneva il problema dell’occupazione giovanile, anche in città, sotto il peso crescente di statistiche per niente incoraggianti. Il trascorrere del tempo non aveva minimamente scalfitto i suoi interessi per gli ’altri’. Come sempre.

I Funerali si terranno domani, sabato 17 dicembre, parrocchia “Santa Maria della Pace”, quartiere S. Maria, ore 15,00.

Alfonso Scalzo

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *