Donne e lavoro : Cisal, una riforma vera

“Si attui una riforma del lavoro e della Pubblica Amministrazione che consenta alla donna che ha studiato e che lavora di poter svolgere e gestire con successo, se ne è capace, sia il ruolo di manager, che quello di mamma. Le si dia l’opportunità di conciliare al meglio le due le cose, senza dover necessariamente scegliere l’una a scapito dell’altra”.
Ad affermarlo, Alessandra Marzocchi, Responsabile Coordinamento Donne della Cisal.
Tra i punti d’applicazione di una necessaria riforma della Pubblica Amministrazione, la struttura sindacale pensa ad una revisione dei contratti di lavoro per le lavoratrici-mamme e orari più flessibili, per la gestione dei figli.
Paola Saraceni, Segretario Generale Cisal Fpc propone anche “consistenti tagli della spesa pubblica, iniziando col ridurre i costi della politica e gli anacronistici vitalizi d’oro, le consulenze esterne e le esternalizzazioni dei servizi pubblici, le auto blu e gli elevati stipendi dei manager pubblici”.

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *