Differenziata: Abramo chiede collaborazione consiglieri

Incontro tra il sindaco,Sergio Abramo ed i consiglieri di maggioranza ed opposizione. Al centro dei colloqui, la raccolta differenziata ‘porta a porta’.

In base a quanto si scrive in una nota diffusa da palazzo De Nobili, “l’avvio della raccolta differenziata “porta a porta” è un risultato essenziale per la città e tutti i consiglieri comunali, senza distinzione di schieramento, sono pronti a collaborare per la sua riuscita”.

Un incontro cui hanno  partecipato Tommaso Brutto, Mario Camerino, Vincenzo Capellupo, Domenico Concolino, Sergio Costanzo, Giulio Elia, Francesco Galante, Antonio Giglio, Roberto Guerriero, Domenico Iaconantonio, Luigi Levato, Rosario Lostumbo, Rosario Mancuso, Marco Polimeni, Ezio Praticò, Eugenio Riccio e Roberto Rizza.

incontro sindaco consiglieri su differenziata

“La decisione di affrontare questa ambiziosa e importante sfida”, ha detto Abramo rivolgendosi ai consiglieri comunali presenti, “ci ha visto tutti d’accordo, tant’è che la relativa delibera di Consiglio comunale è stata approvata all’unanimità. Dobbiamo continuare, tutti insieme, senza badare all’appartenenza politica, a portare avanti con il massimo impegno questo progetto importantissimo per la nostra città. La raccolta differenziata è innanzitutto un atto di civiltà e noi non possiamo rimanere indietro rispetto ad altre città d’Italia in cui già è stata avviata”.

” E’ fondamentale poter contare sul supporto di tutti e la riunione di oggi ha dimostrato che il “porta a porta” non sarà argomento di scontro ma, anzi, di collaborazione”, ha aggiunto il sindaco, “portare avanti, sinergicamente, qualcosa che può rendere migliore la nostra città rappresenta un bel segnale”.

Sindaco e  consiglieri comunali hanno stabilito di incontrarsi nuovamente lunedì 18 gennaio.

 

2 Comments

  1. Anna Zampina scrive:

    intanto cominciasse a convocare la ditta assegnataria di questa raccolta toc toc, per la confusione che si sta creando! A chi non vengono consegnati quello del vetro ad altri quelli dell’organico, poi quello dei condomini e la “migliore” di tutte. Certo se fosse fatta come in tante parti d’Italia sarebbe meraviglioso, ma in questo modo solo confusione! Perché togliere i cassonetti del non riciclabile? O meglio perché non mantenere dei cassonetti per gli escrementi dei cani, per le cicche delle sigarette, per le carte per strada? Che raccolta porta a porta è? E poi tenere l’umido in casa tre giorni è il massimo! Richiami la ditta e si faccia in maniera più organica e precisa!

  2. Attilio scrive:

    la raccolta differenzia procede abbastanza bene. Mi auguro che i cittadini rispettino gli orari e i giorni per il deposito
    Un appunto vorrei fare.
    i giorni per l’organico (soltanto 3) e quelli per la plastica (soltanto 1) mi sembrano pochi e andrebbero incrementati anche perchè la plastica produce un grosso ingombro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *