Category: NEWS

Ospedale Pugliese: Comitato diffida Scura

 

E’ stato notificato stamattina dal Comitato “Salviamo l’Ospedale Pugliese”, un atto di diffida al Commissario ad acta per la Sanità, Massimo  Scura.

Nel documento,  s’invita lo stesso Commissario  <<a dare esecuzione all’atto prefettizio del 23/12/2015 e alla delibera del Consiglio Comunale di Catanzaro N. 2/2016 e ad astenersi dal compiere alcun atto in contrasto con essi e dal trasferire reparti dall’attuale struttura del Pugliese in altre struttura e ciò anche in virtù dell’assenza di ogni determinazione del Consiglio Regionale>>.

In caso contrario, scrive ancora il Comitato, si << determinerebbe lo smembramento dell’attuale Pugliese, che è attualmente efficiente e funzionante, e la violazione del principio della interconnessione funzionale del reparti medici con violazione del diritto alla salute e all’assistenza sanitaria>>.

ospedale pugliese 13

<<Siamo stati costretti a notificare l’atto di diffida al Commissario Scura in quanto sono insistenti le voci di un imminente trasferimento di reparti dal Pugliese verso altre strutture sanitarie>>, dichiara Francesco Pitaro, presidente del “Comitato Salviamo il Pugliese”, <<se tutto ciò fosse vero vi sarebbe una manifesta violazione dell’atto del Prefetto di Catanzaro del 23/12/2015 e della delibera del Consiglio Comunale di Catanzaro con cui è stato deciso che il Pugliese resta dov’è. Non solo, ma lo smembramento dell’Ospedale Pugliese, con sottrazione di reparti, violerebbe la stessa natura dell’Ospedale Pugliese, che è struttura sanitaria completa, e lo renderebbe incompleto con evidente violazione del diritto alla salute e all’assistenza sanitaria e ciò, ancor di più, perché tutto ciò avverrebbe in assenza di ogni determinazione del Consiglio Regionale che è l’organo politico collegiale che ha competenza esclusiva nella costituzione di nuove aziende sanitaria>>.

<<(..) Nel caso in cui il Commissario Scura dovesse decidere lo spostamento di reparti dal Pugliese verso altre strutture a chiedere l’intervento del Procuratore Gratteri>>, conclude Pitaro, << affinchè quest’ultimo faccia luce sull’intero percorso giuridico/amministrativo e valuti tutti gli atti e le negative e lesive ricadute derivanti dall’eventuale spostamento di reparti dal Pugliese verso altre strutture sanitarie>>.

Referendum 4 dicembre : sorteggiati gli scrutatori

 

Catanzaro –  Sono stati sorteggiati questa mattina, negli uffici elettorale del settore servizi demografici, i 291 scrutatori titolari e i 100 supplenti, che saranno impegnati nei novanta seggi, di cui sei speciali e nove cosiddetti volanti distribuiti sul territorio comunale  in occasione della consultazione referendaria del prossimo 4 dicembre.

comune interni 01La commissione elettorale, riunitasi in seduta pubblica e presieduta dall’assessore  Alessio Sculco,  ha effettuato il sorteggio  tra i diecimiladuecentoventi nominativi compresi nell’apposito elenco.

“La funzione dei scrutatori nominati” – ha ricordato il funzionario  Franco Catanzaro – ” è obbligatoria  e  sono previste delle  sanzioni per chi non ottempera secondo le disposizioni di legge. L’eventuale rinuncia va, tempestivamente, comunicata per iscritto all’ufficio elettorale di palazzo De Nobili, che provvederà, come previsto sempre dalla normativa vigente, alla sostituzione attingendo dall’elenco dei supplenti”.

Le lettere di nomina saranno notificate nei prossimi giorni al domicilio comunicato all’atto della domanda presentata dagli aspiranti scrutatori. Per ogni seggio saranno nominati tre scrutatori. Nei nove seggi  volanti, cioè quelli presenti nelle circoscrizioni dove insistono luoghi di cura con meno di cento posti letto, gli scrutatori sono quattro. La retribuzione prevista per ogni scrutatore è di 104,00 euro,  mentre per gli scrutatori dei sei seggi speciali  il compenso è di 53,00 euro.

Ed ecco gli elenchi degli scrutatori, come riportato in una nota di palazzo De Nobili:

ELENCO “A” DEGLI SCRUTATORI TITOLARI

ELENCO “B” SCRUTATORI SUPPLENTI

Dimissioni assessore Valente: Bordino, perchè silenzio dell’UDC ?

Le dimissioni dell’assessore comunale Stefania Valente lasciano perplesso il CDU provinciale di Catanzaro.

VITO BORDINOCon riferimento alla decisione dell’assessore all’Ambiente, il coordinatore provinciale dello stesso CDU, Vito Bordino, scrive: <<Peccato, perché Stefania Valente è una professionista e una donna in gamba che avrebbe potuto dare un buon contributo al governo della Città e comunque non sono ancora ben chiare le “ragioni politiche” che sono prevalse nell’Udc e che hanno indotto a questa decisione>>. <<Avremmo desiderato, come CDU, che tra partiti alleati se ne discutesse e si avesse contezza di eventuali motivazioni nella sede appropriata- perché se ricordo bene era stato creato un Coordinamento politico della coalizione solo 4 mesi fa- non averne conoscenza solo dalla stampa>>, insiste Bordino, <<in fin dei conti anche per un fatto di etica e correttezza politica. Salvo che le ragioni vere siano altre e che vorremmo comprendere>>.

Referendum: Catanzaro, verso sorteggio per gli scrutatori

La proposta formulata ufficialmente dalla gran parte dei consiglieri comunali per il sorteggio integrale degli scrutatori in vista delle prossime consultazioni referendarie è condivisa pienamente dal sindaco, Sergio Abramo e dal presidente del Consiglio Ivan Cardamone.

comune catanzaro 08

“Provvederemo subito a trasmettere la nota alla commissione elettorale, che già in precedenza aveva espresso una volontà precisa in tal senso, e all’assessore competente, Alessio Sculco, per concretizzare questo indirizzo politico largamente condiviso”, hanno affermato gli stessi Abramo e Cardamone.

Da Presila, sostegno a manifestazione contro trivellazioni

 

Dalla Presila catanzarese arriva il sostegno al comitato spontaneo “Difendiamo il nostro mare” che domenica, prossima, 13 novembre, intende promuovere una manifestazione a difesa del mare.

gioconda-chiarella<< Un sostegno pieno ed incondizionato>>, afferma Gioconda Chiarella presidente del comitato “No alla centrale a biomassa di Sorbo San Basile”, << sosteniamo la battaglia dei comitati di Crotone che si oppongono alle trivellazioni che si prospettano nell’alto e medio Ionio. La nostra battaglia contro la centrale paventata a Sorbo San Basile, battaglia vinta tra l’altro, è la dimostrazione che il cittadino quando vuole può raggiungere obiettivi impensabili (…),abbiamo impedito la realizzazione di un mostro che avrebbe ucciso il nostro territorio>>. Eravamo determinati e mossi dal medesimo, accorato intento, impedire quella volontà, che giudicavamo criminale, avvalorata tra l’altro all’epoca , parliamo del 2012, dalla regione Calabria, di edificare una centrale a biomassa, nel territorio adiacente il Lago Passante, unico bacino idrico della città di Catanzaro, le cui acque, con lo scarto dei residui di produzione della stessa centrale, polveri sottili e nano particelle tra le più varie, sarebbero state un serio pericolo per la salute di tutti(…)>>.
<< Noi domenica saremo a Crotone, per sostenere la battaglia a difesa del mare>>, conclude Chiarella, dichiarandosi fiduciosa in ordine agli sviluppi della vicenda e lanciando << un appello al sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, affinché non cada nella logica del possibile tornaconto in termini di investimenti>> perché l’investimento migliore resta sempre quello da indirizzare verso <<il tesoro più grande della Calabria, ovvero il turismo>>.

Provincia, si riparte da sicurezza scuole e rete viaria

Interventi per la messa in sicurezza dal punto di vista sismico e verifica delle condizioni strutturali dei 36 edifici scolastici e della rete viaria provinciale. Si parte dalla definizione di un piano per il monitoraggio della situazione di tutti gli immobili che ospitano gli istituti superiori e lo stato della manutenzione delle strade.

insediamento-consiglio-provincialeIl presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, definisce le priorità programmatiche della sua Amministrazione alle prese con il secondo biennio di mandato partito ufficialmente ieri mattina con l’insediamento del nuovo consiglio eletto il 23 ottobre scorso.

Proprio per quanto riguarda efficienza e sicurezza nei settori della viabilità e della edilizia scolastica, la Provincia, tra l’altro, investirà risorse proprie, e parteciperà anche ai bandi per attingere ai fondi nazionali.

nuovo-consiglio-provinciale

Convalidata intanto l’elezione dei consiglieri provinciali: Marziale Battaglia, Giovanni Costanzo, Marco Polimeni, Ciccio Severino, Aquila Villella, Davide Zicchinella, Elisabeth Sacco (Insieme per la Provincia); Antonio Montuoro, Armando Chirumbolo e Giacomo Muraca (Centrodestra per la Provincia), Rosario Lostumbo e Tranquillo Paradiso (Alleanza Civica), e l’affidamento della delega di vice presidente a Marziale Battaglia.

Catanzaro, Riccio: difendere le spiagge pubbliche

 

<<Apprendo che l’amministrazione comunale ha bloccato tutte le procedure di gara per il rilascio di nuove concessioni demaniali marittime finalizzate alla costruzione di sei nuovi stabilimenti balneari. In attesa che il settore urbanistica del Comune verifichi la rispondenza fra gli elaborati inseriti nel Piano spiagge e la morfologia attuale dei tratti di litorale interessati e l’esistenza delle condizioni tecnico-giuridiche per la costruzione di nuovi stabilimenti balneari, non posso fare altro che rendere onore e merito al dirigente del settore patrimonio e demanio, Ottaviano, che ha dimostrato onestà intellettuale e un alto profilo morale prendendo per buone tutte le mie legittime osservazioni. In questo modo ha preso le distanze da una “certa” politica che della cosa pubblica ha una concezione esclusivamente utilitaristica>>.

riccio 02Ad affermarlo, il consigliere comunale Eugenio Riccio.<<Salvaguardare le spiagge libere e la libera fruizione del demanio marittimo da parte di tutti i cittadini catanzaresi è sempre stato il mio obiettivo in questa che ritengo essere una battaglia di civiltà, legalità e trasparenza. Ragion per cui posso tranquillizzare i residenti del quartiere Lido: le spiagge libere di Catanzaro non si toccano>>, continua Riccio, ” nondimeno, mi attiverò immediatamente per avviare una collaborazione attiva con il dirigente Ottaviano al fine di porre in essere iniziative utili migliorare gli stabilimenti balneari esistenti, che dovranno adeguarsi alla richiesta crescente, in termini di qualità e servizi, da parte di residenti e turisti>>.

<<Intanto, posso dire di non aver contribuito ad alimentare false aspettative nei cittadini nel caso in cui, una volta assegnate “sulla carta” le nuove concessioni demaniali, gli aventi diritto fossero rimasti con un pugno di mosche in mano>>, conclude il consigliere comunale,”sulle spiagge catanzaresi ho tutelato l’interesse pubblico, difendendo i cittadini ed evitando che si creassero inutili aspettative e sicuri contenziosi. Ma ho soprattutto evitato che si creassero danni erariali che sarebbero gravati sulle spalle di tutti i cittadini>>.

Protezione Civile: Abramo incontra Tansi

“Catanzaro è da prendere come modello di riferimento per il suo Piano comunale di Protezione civile”. Lo ha detto il responsabile della Protezione civile regionale, Carlo Tansi, incontrando a Palazzo De Nobili il sindaco, Sergio Abramo, per una riunione tecnico-operativa che ha trattato tutti i punti più critici, sotto il profilo sismico e del dissesto idrogeologico, del territorio.

abramo-tansiParticolare attenzione è stata riservata ai lavori di consolidamento già avviati, almeno per quelli di competenza comunale, nell’area di Janò, e alle problematiche causate dagli allagamenti in varie altre zone della città. “La sinergia fra la Protezione civile regionale e le amministrazioni, a partire da quella del Capoluogo, è fondamentale”, ha aggiunto Tansi.

“Nel primo anno della mia consiliatura” – ha affermato Abramo – “Catanzaro ha presentato 13 diversi progetti preliminari mirati a realizzare interventi di mitigazione o eliminazione dei rischi idrogeologici nel nostro territorio. Attendiamo ancora che la Regione porti avanti queste pratiche, individui le priorità e finanzi queste opere fondamentali(…)”.

Tansi, che ha annunciato lo sviluppo di due “app” della Protezione civile regionale, una da utilizzare in caso di emergenza, l’altra per lanciare l’allerta, ha anche sottolineato l’opportunità di creare un gruppo di lavoro misto fra amministrazione comunale e Protezione civile per approfondire gli interventi da eseguire nelle zone più a rischio del Capoluogo. Abramo ha ricordato l’introduzione, avvenuta già due anni fa, di un sistema “City user” finalizzato ad aumentare la comunicazione fra amministrazione comunale e cittadini e la razionalizzazione e potenziamento del Gruppo comunale di Protezione civile, che, è scritto in una nota di palazzo De Nobili, ” fino a qualche anno fa era completamente inesistente e ora conta 50 volontari operativi e altre 110 persone in formazione”.

 

Incendiata auto consigliere Levato: solidarietà dalla società civile

 

Catanzaro – Grave fatto di cronaca ai danni del consigliere comunale Luigi Levato. Nella scorsa notte è stata data alle fiamme la sua automobile, parcheggiata nel cortile di casa. Immediate le reazioni di solidarietà.

levato luigi“L’intimidazione subita dal consigliere comunale Luigi Levato è un atto gravissimo che colpisce non solo un appassionato e competente esponente dell’amministrazione pubblica del capoluogo, ma è una ferita inferta a tutta la società civile catanzarese”. Ha affermato il sindaco, Sergio Abramo.
Il gruppo consiliare di Forza Italia manifesta la propria indignazione per l’ignobile atto intimidatorio subito dal collega consigliere Levato, a cui la scorsa notte hanno incendiato l’autovettura di proprietà.
“Siamo profondamente amareggiati per quanto accaduto e manifestiamo la nostra solidarietà e vicinanza, invitandolo a proseguire nella sua attività politica”,ribadiscono i consiglieri del gruppo di Forza Italia.
“E’ stato un gesto spregevole che non ha colpito solo il collega Levato, ma un’intera comunità, ed è anche per questo che vogliamo ribadire con vigore la necessità di azioni mirate alla difesa dei principi della legalità nella nostra città. Siamo sicuri che le forze dell’Ordine faranno presto luce su questa vicenda, restituendo serenità all’amico Levato e serenità e sicurezza alla nostra comunità”, continuano gli assessori Giovanni Merante e Alessio Sculco.
L’assessore alle politiche giovanili e sport, Giampaolo Mungo e il consigliere Mario Camerino, rappresentanti del movimento Officine del sud a palazzo de Nobili, esprimono piena solidarietà al consigliere Luigi levato per il grave atto subito.
“Continua l’aggressione agli amministratori”, evidenziano l’assessore Giampaolo Mungo ed il consigliere Mario Camerino, “l’ennesimo atto di chi vorrebbe affermare con l’arroganza e la violenza gli interessi personali a scapito di quelli della collettività. Levato, da uomo delle istituzioni, ha sempre lavorato con tutte le sue forze nel rispetto della legalità e della trasparenza”.

Nella foto: Luigi Levato

Nuovo CDU: enti locali, si parte dal “No” alla riforma costituzionale

 

“Promuovere e sostenere tutte le amministrazioni comunali, a partire da quella di Catanzaro e di Lamezia Terme, superando le eventuali incomprensioni, per rafforzare le compagini amministrative”, partendo dall’aggregazione referendaria a sostegno del “No” alla riforma costituzionale.

VITO BORDINO

Il coordinamento provinciale del Nuovo CDU, presieduto da Vito Bordino, alla presenza, tra gli altri, di  Mario Tassone e Vitaliano Gemelli, si è riunito nel capoluogo di regione anche per discutere della situazione politica dell’Ente intermedio,in relazione alle elezioni dei consiglieri provinciali,” auspicando una consistente presenza di eletti delle forze politiche del centrodestra e l’elezione del proprio rappresentante, Giacomo Muraca”.
Lo stesso gruppo dirigente del Nuovo CDU, preso atto della costituzione di numerosi Comitati Popolari per il “NO”, li invita  a coordinarsi “per le iniziative da svolgere sul territorio e spiegare i motivi della necessaria bocciatura della riforma costituzionale”.