Category: NEWS

Assoluzione sen. Aiello: “Catanzaro da Vivere”

<<La sentenza con cui la Corte d’Appello di Catanzaro ha confermato l’assoluzione di Piero Aiello, “per non aver commesso il fatto”, ha rappresentato il tanto atteso e indiscutibile epilogo di una vicenda che il senatore ha sempre affrontato con dignità e garbo, nella consapevolezza che la giustizia avrebbe fatto il suo corso>>.

aiello pieroE’ quanto dichiara il gruppo consiliare Catanzaro da Vivere, aggiungendo: “Sono stati mesi difficili per un uomo che ha fatto dell’impegno pubblico il proprio unico punto di riferimento e che oggi, a seguito della pronuncia che ha confermato anche in secondo grado l’assoluzione dall’accusa di voto di scambio, vede rafforzata la propria immagine dimostrandosi totalmente estraneo ai fatti a lui contestati>>, continuano i rappresentanti dello stesso gruppo consiliare,<<con la stessa compostezza con cui ha affrontato la vicenda giudiziaria e la relativa gogna mediatica, Aiello potrà proseguire con forza e autorevolezza il proprio percorso politico potendo contare sul sostegno incondizionato dei familiari, degli amici e dei colleghi che gli sono stati sempre vicini>>”.

Referendum 4 dicembre: riunione con i presidenti di seggio

 

riunione-presidenti-seggio-referendum

Riunione operativa, nella biblioteca comunale “De Nobili”, promossa dall’ufficio elettorale con i presidenti di seggio che saranno impegnati in occasione del referendum costituzionale, domenica 4 dicembre.

Novanta in tutto i seggi dislocati  sul territorio comunale.

Presenti all’incontro l’assessore ai servizi demografici, Alessio Sculco, la segretaria generale, Vincenzina Sica, il dirigente del settore, Antonino Ferraiolo, e il responsabile dell’ufficio elettorale, Franco Catanzaro. Nel corso della riunione sono state analizzate le diverse questioni legate alle operazioni di voto, un momento di confronto importante specialmente per coloro che sono alla prima esperienza.

 

Catanzaro, Mobilità: in arrivo inversione circolazione auto su corso Mazzini e tariffe per strisce blu dimezzate

 

mappa-piano-trafficoTraffico su corso Mazzini che procederà dal Cavatore verso Bellavista, cioè in senso opposto a quanto avviene finora. L’uscita dal corso stesso sarà per Porta Marina. Invertita la circolazione dei veicoli anche su via CarloV e via Italia, proprio in funzione di un accesso facilitato al corso.

Le nuove disposizioni entreranno in vigore, da quanto comunicato dall’Amministrazione comunale, entro fine febbraio, dopo che saranno terminati i lavori della gara prevista per l’installazione della nuova segnaletica e degli arredi nel centro storico.

??????????????

Presentato, a Palazzo de Nobili, il nuovo piano della mobilità del centro storico: ad illustrarne i dettagli sono stati il sindaco Sergio Abramo e l’assessore alla mobilità, Giovanni Merante, affiancati dal vicecomandante della Polizia locale, Amedeo Cardamone, e dal tenente colonnello Salvatore Furriolo.

La definizione del piano, dopo  un confronto volto a recepire istanze e necessità di commercianti, organizzazioni sindacali e associazioni. L’obiettivo che ha caratterizzato i lavori di ridefinizione della viabilità, tenendo in considerazione i flussi di traffico del centro storico, è stato quello di rendere accessibile Corso Mazzini da Piazza Matteotti, porta naturale di accesso.

“Il nuovo piano” – ha commentato il sindaco Abramo – “è stato stilato a fronte delle numerose richieste pervenute negli ultimi mesi e si inserisce in un percorso volto a rendere più agevole la viabilità e l’accesso nel centro storico. Dopo la riattivazione della funicolare, è previsto a breve la messa in funzione dell’ascensore che renderà fruibile il parcheggio di Bellavista anche per i portatori di handicap. Sono convinto che il futuro sistema metropolitano contribuirà a dare ancora più linfa alla mobilità cittadina”.

L’assessore Merante ha aggiunto che il nuovo piano della viabilità nasce con l’auspicio di favorire una maggiore pedonalizzazione del centro storico.

“Di concerto con l’Amc” – ha sottolineato lo stesso Merante – “saranno predisposti nuovi percorsi per ogni fascia di età e attivati bus navette aggiuntivi con tempi di percorrenza di 8 minuti da Piazza Roma e ritorno. Inoltre, è previsto il dimezzamento delle tariffe per le strisce blu tenendo conto della necessità di dissuadere i cittadini dal parcheggio selvaggio e di salvaguardare le casse dell’Amc. Anche i diversi colori dei pass saranno aboliti, cosicché i residenti potranno parcheggiare liberamente con un unico pass nel centro”.

Ventura (Pd): incomprensibile un’opposizione organica nelle nuove province

 

Catanzaro – Una gestione prevalentemente amministrativa, con i nuovi presidenti a svolgere, in grandissima parte la funzione di commissari ed i consiglieri provinciali, tutti, che coadiuvano il presidente in carica.

Il consigliere comunale, Sabatino Nicola Ventura riassume così, in sintesi, la situazione per le nuove province, dopo la legge Del Rio.

Sabatino Nicola Ventura“Il ruolo di una opposizione organica e, pertanto, preconcetta è sostanzialmente incomprensibile e fuori dallo spirito della nuova legge sulle province”, insisteVentura, ” alla provincia di Catanzaro, come per le altre, ogni consigliere, anche se eletto in liste caratterizzate politicamente, ha il dovere di coadiuvare il Presidente: non, ovviamente, acriticamente, ma con un concreto contributo giornaliero e con proposte, suggerimenti positivi di merito, volti a gestire la fase di transizione verso l’Area Vasta”.

“Il Coordinatore Provinciale di Forza Italia, Domenico Tallini e i consiglieri provinciali Montuoro e Muraca, affermano una interpretazione ed una funzione delle nuove province, fuorviante e fuori da ogni pratica operatività costruttiva”, conclude il consigliere comunale, “in base a non so quale preconcetta forzatura, Forza Italia dichiara guerra al Presidente della Provincia a prescindere dai contenuti. Credo che Tallini sia fuori dalla storia e viva con rabbia la cocente sconfitta elettorale subita alle elezioni provinciali”.

Rizza: “Catanzaro città universitaria”, ecco cosa fare

” Catanzaro città universitaria”, per il consigliere comunale Roberto Rizza occorre tenere sempre alta l’attenzione su questo punto. Unitamente alla ratifica del Tavolo permanente tra enti locali ed Ateneo ed all’estensione delle agevolazioni a tutti gli studenti.

rizza roberto

“La creazione di servizi e agevolazioni per favorire l’integrazione degli studenti universitari nel tessuto cittadino, pur se con quattro anni di ritardo dalla mia prima proposta in tal senso, rappresenta un piccolo passo intrapreso verso quella visione di città universitaria tanto pubblicizzata, ma oggi, in maniera realistica, è necessario e doveroso fare di più, ad iniziare, su tutto il resto, dalla istituzione, deliberata dal consiglio comunale dello scorso 26 di agosto, del tavolo di lavoro tra università e enti locali per lo sviluppo di Catanzaro quale città universitaria”, dichiara Rizza.

“Mettere in rete studenti e attività commerciali era un’idea tanto semplice, quanto opportuna; adesso però, anche dopo la prima presentazione dei servizi offerti avvenuta nel corso della scorsa settimana, sarebbe opportuno proseguire su questa scia apportando nel merito qualche piccolo correttivo”, continua il consigliere comunale, “il primo sarebbe quello di avviare una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutte le attività commerciali cittadine per favorire la messa in rete del maggior numero di servizi da offrire agli studenti e in maniera tale da evitare, come oggi purtroppo pare, una promozione territorialmente frammentaria dei servizi stessi; il secondo sarebbe quello di estendere la fruibilità delle agevolazioni anche agli studenti delle scuole superiori, magari in una nuova ottica di sviluppo delle politiche giovanili”.
comune catanzaro 08
“Allo stesso tempo oggi è doveroso fare un passo indietro. Nel corso del consiglio comunale dello scorso 26 agosto, infatti, è stata deliberata, grazie ad un emendamento ampiamente condiviso, l’istituzione di un tavolo permanente di discussione tra enti locali ed università per il rafforzamento del rapporto tra città e ateneo”, aggiunge Rizza, ” ad oggi, purtroppo, spiace constatare che nessun passo in questa formale direzione è stato avviato. Al contrario ritengo che la creazione di un confronto permanente tra tutti gli attori territoriali e i protagonisti della fattispecie, sia l’unica soluzione per non ripetere gli errori di un recentissimo passato fatto di improvvisazione e propaganda che tanti danni ha fatto, agli studenti in primis e al territorio poi”.
“Né l’avvio del nuovo anno accademico e né la stipula di qualche convenzione” – conclude il consigliere – “deve far abbassare l’attenzione sul tema;(…) è necessario studiare una programmazione scientifica che deve tradursi nella realizzazione di servizi mirati e nella promozione di offerte studiate e che faccia, finalmente, di Catanzaro una città a misura di studente”.

Funicolare: Merante, vertici Amc in discussione? Solo fantasie

 
<<L’apertura della funicolare è un risultato atteso dall’intera città e che appartiene ad un gioco di squadra che ha visto la piena collaborazione tra Amministrazione, Amc e Ferrovie della Calabria. Come tutte le innovazioni, il nuovo e sofisticato sistema di telecontrollo dell’impianto può portare ad iniziali difficoltà, così come è avvenuto nella giornata di lunedì con l’interruzione del servizio per alcune ore. Le perplessità che ho avanzato riguardano solo ed esclusivamente questo aspetto e, naturalmente, non intaccano minimamente il grande ruolo svolto da Amc, dal suo amministratore Rosario Colace e dal già direttore generale Luigi Siciliani, per la definizione di questa importantissima questione>>.

giovanni-merante

E’ quanto dichiarato dall’assessore comunale alla Mobilità, Giovanni Merante, in relazione allo stop temporaneo del servizio di trasporto dei cittadini su funicolare, avvenuto nei giorni scorsi in seguito ad un problema intervenuto sul sistema di automatizzazione. La circostanza aveva aperto la polemica, considerato che la nuova funicolare era stata inaugurata soltanto poche ore prima e in seguito anche ad alcune dichiarazioni rese alla stampa dello stesso Merante, che erano state rilanciate da alcuni consiglieri comunali.

“Avendo io seguito personalmente, su delega del sindaco, il delicato passaggio della funicolare da Ferrovie della Calabria a Amc, posso ben dire che si è trattato di un virtuoso esempio di collaborazione istituzionale”, continua Merante, che poi precisa in merito a quanto riportato dalla stampa: “Nessuno si è mai sognato di mettere in discussione i vertici di Amc, né di richiedere dimissioni di alcuno, come qualcuno fantasiosamente sta dicendo. L’amministratore unico gode dell’incondizionata fiducia del sindaco, di cui è diretta espressione, e dell’Amministrazione comunale, anche in virtù dei risultati ottenuti nel risanamento dell’azienda, nella politica del personale e nel miglioramento dei servizi”.

 

Guasto funicolare: Corsi, dopo dichiarazioni assessore Merante, presidente Amc dovrebbe dimettersi

“A seguito del guasto avvenuto ieri all’impianto della funicolare, a un solo giorno dall’inaugurazione della stessa, leggo oggi sulla stampa una dichiarazione dell’assessore alla mobilità, Giovanni Merante, che parla di approssimazione dei vertici aziendali nelle ultime verifiche prima della ripartenza del servizio”.

antonio corsiCosì, il consigliere comunale Antonio Corsi, che continua: ” Dopo aver assistito allo scambio di convenevoli tra amministrazione comunale e Amc relativi al risanamento dei conti piuttosto che ai contratti dei lavoratori, si assiste a una nuova puntata in cui, di fatto, un esponente della giunta Abramo si pone in evidente contrasto con il presidente Colace”.

“Considerata l’approssimazione del lavoro di Rosario Colace manifestata da Merante, è opportuno che, con consapevolezza e senso di responsabilità, il presidente dell’Amc faccia un passo indietro annunciando fin da subito le proprie dimissioni”, conclude lo stesso Corsi, ” a meno che non sia pronto a traghettare nel partito di riferimento del sindaco che è Forza Italia”.

 

Porto: Pd, i soldi ci sono. Basta con le bugie

Ci sono anche i 20 milioni di euro destinati al completamento del porto di Catanzaro, nella delibera sui Pac (Piani azione e coesione) approvata dalla Giunta regionale.

porto lidoA riferirlo il Partito Democratico cittadino, che incalza: ” Dopo la metropolitana di superficie, dopo i 400 milioni destinati alla mobilità, un altro importante investimento per la crescita del capoluogo di regione è stato portato a compimento dal Pd e dal suo presidente, Mario Oliverio”.

“La buona politica cammina sui fatti e non con le chiacchiere di cui il sindaco Abramo e la sua amministrazione hanno ampiamente riempito le orecchie dei catanzaresi”, continuano i rappresentanti dello stesso Pd,” Abramo è al 14° anno di governo di Catanzaro e i risultati non bisogna raccontarli, sono sotto gli occhi di ogni cittadino. La tecnica ampiamente acquisita dagli esponenti di Forza Italia di giocare sulla comunicazione per fare apparire vere cose prive di fondamento è indegna e irrispettosa dell’intelligenza dei catanzaresi. E la vicenda del porto ne è l’ennesima dimostrazione. Questi prestigiatori di parole hanno provato a cambiare le carte in tavola ma oggi i fatti smentiscono le loro bugie”.
“A questo punto, ci aspettiamo la giusta solerzia da parte del sindaco e della sua amministrazione”, si legge nella nota del Partito Democratico catanzarese, con l’avvio della procedura per la valutazione di impatto ambientale(…)”.

 

Funicolare: ripreso servizio

riapertura-funicolare-3

Tornato regolarmente in funzione il  servizio funicolare, nel capoluogo di regione.

“L’intervento immediato dei tecnici dell’Amc ha consentito il pieno e sicuro ripristino del nuovo sistema automatizzato dopo la problematica di natura informatica emersa nel corso della giornata e risolta nel giro di poche ore” si legge in una nota diffusa da palazzo De Nobili, “l’amministrazione comunale si scusa per i disagi arrecati all’utenza ribadendo che il servizio è nuovamente attivo e fruibile”.

Funicolare, problemi per l’impianto automatizzato: sospensione temporanea del servizio

 

funicolareCatanzaro – E’stato inaugurato soltanto due giorni fa, sabato 12 novembre con una giornata di corse gratuite per i cittadini, ma il servizio relativo alla nuova funicolare ha dovuto subire uno stop.

A renderlo noto l’Amc, l’azienda per la mobilità cittadina cui è affidata la gestione della stessa funicolare, che fa riferimento ad  un problema improvviso legato alla trasmissione dati wi-fi del nuovo impianto  automatizzato. Servizio sospeso temporaneamente, chiarisce una nota diffusa alla stampa, “i tecnici dell’Amc, coadiuvati dai progettisti del sistema, sono già intervenuti per risolvere la problematica e garantire al più presto il ripristino del servizio in condizioni di piena sicurezza”.