Category: NEWS …

Traffico: possibili disagi su viale De Filippis

viale de filippis 12.10.2014 01

Divieto di sosta con rimozione forzata e restringimento della carreggiata di viale De Filippis, dal civico 30, nei pressi della stazione di servizio IP, con direzione di marcia Catanzaro centro – Catanzaro sud.

I provvedimenti scatteranno domani, sabato 26 novembre, dalle ore 6 alle ore 16. Li ha disposti l’ufficio traffico del comando di polizia municipale. Si sono resi necessari per consentire lavori di scavo, a cura della Tim, per la posa dei cavi telefonici.

Viale De Filippis, foto di repertorio

Servizio idrico interrotto area Barone

 

 

acqua-11

Catanzaro – È stata interrotta l’erogazione dell’acqua potabile nelle vie Curtatone e Alto Adige (quartiere Barone).
Lo ha comunicato l’ufficio acquedotti di Palazzo De Nobili specificando che i disservizi sono causati dall’improvvisa rottura di un tratto di condotta idrica all’altezza della stessa via Curtatone. Gli interventi di ripristino, eseguiti dal Comune, sono stati avviati.

 

Lamezia: protesta del Blocco Studentesco

 

Manifestazione di protesta messa in atto dai componenti del Blocco Studentesco Lamezia Terme al McDonald’s del Centro Commerciale. “Con l’azione di oggi abbiamo voluto denunciare il vergognoso accordo stipulato tra il Miur ed il McDonald’s, che trasforma l’ alternanza scuola – lavoro in una vera e propria azienda capitalistica”, afferma Sante Vitale, responsabile lametino dello stesso Blocco Studentesco.

blitz-blocco-studentesco“Dopo mesi di tentennamenti ed annunci altisonanti “- prosegue il coordinatore del movimento giovanile di CasaPound Lamezia Terme – “la tanto decantata riforma della Buona Scuola ha mostrato la sua vera natura nella sua espressione più importante: l’alternanza scuola – lavoro. Diverse settimane fa il Ministero dell’Istruzione ha scelto il colosso americano McDonald’s come campione dell’alternanza, il quale accoglierà oltre 10.000 studenti in 500 sedi sparse in tutta Italia con l’obiettivo di insegnare agli studenti competenze di carattere relazionale e comunicazione interpersonale”.
“Questa ennesima pagliacciata è la riconferma di come il governo preferisca rinsaldare i rapporti con una grande multinazionale in chiave anti italiana anziché valorizzare il tessuto aziendale autoctono d’ eccellenza”, conclude Vitale, “Il Blocco Studentesco non accetterà mai l’idea di una scuola che punta a sfornare nuovi soggetti pronti ad essere fagocitati all’interno di questo sistema economico, ma lotterà, a Lamezia come in tutta Italia, per riaffermare l’idea di una scuola pubblica che punti a formare eticamente esseri umani completi e consapevoli”.

Catanzaro: Confcommercio, “Legalità mi piace”

Quarta edizione della Giornata di Confcommercio “Legalità, mi piace”, <<incentrata sui fenomeni criminali che riducono la competitività del nostro sistema produttivo, alterano le regole del mercato e danneggiano le imprese del terziario>>.

pietro falbo 02Si terrà martedì 22 novembre, alle ore 10.00, nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Settore Tecnologico “Ercolino Scalfaro” Piazza Matteotti 1, a Catanzaro.

All’evento sono state invitate le autorità cittadine e regionali, rappresentanti delle forze di Polizia, della Scuola e della Chiesa.

Nella foto: il presidente di Confcommercio Catanzaro, Pietro Falbo

Referendum: iniziativa del ” No” alla riforma costituzionale

 

ragioni-del-noCatanzaro – Il referendum del 4 dicembre si avvicina. Venerdì 18 Novembre, alle 17.30, nell’Auditorium ITIS “E.Scalfaro” di Catanzaro, appuntamento con “Le ragioni del NO alla riforma costituzionale”, evento organizzato da Fondazione dellaLibertà per il Bene Comune, sede regionale Calabria.

Click su immagine per tutte le informazioni

Catanzaro: lavori nell’area Lido

 

È stato avviato il cantiere dei lavori di completamento del nuovo lungomare di Giovino. Gli interventi, che prevedono un costo complessivo di poco superiore ai 600mila euro e verranno terminati entro la prima metà del mese di dicembre, consentiranno di aumentare la dotazione di parcheggi, verde pubblico e arredi urbani nell’area che nello scorso mese di luglio ha visto l’inaugurazione di una più corposa e sostanziale operazione di restyling.

lungomare area giovino 2

“Ultimato l’iter burocratico, l’associazione temporanea di imprese che si è aggiudicata i lavori (Cricelli-Costantino-Sgromo), ha cominciato le opere di sterramento propedeutiche alla sistemazione delle aree di raccordo fra i tratti di strada, già realizzati in precedenza, con la creazione di nuove zone a verde, nuovi parcheggi e punti riservati ai pedoni”, si legge in una nota dell’Amministrazione comunale,”con l’appalto assume un ruolo fondamentale la realizzazione di una nuova condotta di approvvigionamento idrico per l’irrigazione delle aree a verde, che sarà direttamente collegata alla condotta gestita dai Consorzi di Bonifica che confluisce in cisterne interrate. Questo nuovo sistema di alimentazione irrigua consentirà di ridurre le problematiche idriche che causano disagi durante l’estate”.

Altrettanto essenziale per la completa riqualificazione del waterfront di Giovino anche l’intervento di messa in sicurezza, ripulitura e sagomatura di Fosso Tiriolello. Quanto agli arredi urbani, l’appalto prevede l’installazione di nuovi elementi (cestini per la raccolta differenziata, pergolati) e l’implementazione del sistema di illuminazione pubblica alimentato con energia solare.

Foto di repertorio

 

Rischio sismico: lettera aperta da un cittadino

Una lettera aperta inviataci da un residente nel capoluogo di regione sulle misure di prevenzione di eventuali rischi sismici.

Di seguito, il testo:

tastiera computer 01Sono un cittadino, un cittadino attivo, un cittadino che non accetta di stare supinamente ad osservare quello che avviene, accompagnandolo con frasi “Ma tanto succede sempre così… che possiamo farci..”. Sono un cittadino che non vuole aspettare neanche che accada qualcosa che potrebbe essere evitato, e poi limitarsi a lamentare dopo.
Con questa mia lettera voglio soffermarmi su una questione che mi ha dato molto da riflettere.
Dopo le scosse di terremoto manifestatesi in questi mesi in Italia, io mi chiedo cosa accadrebbe se una cosa del genere avvenisse nella mia città. Cosa accadrebbe se scariche di quel tipo investissero anche Catanzaro. Spinto da questi pensieri sono andato sul sito della Regione Calabria e da ciò che ho potuto leggere, mi è sembrato che siano previste delle misure sensate. Sono voluto andare però più a fondo, e andando sul sito del comune di Catanzaro, ho cercato il piano di evacuazione in caso di calamità. E’ previsto effettivamente un piano, nel quale si fa riferimento, nel caso si verificassero calamità, ad alcuni punti di raccolta previsti nei vari quartieri. Punti dove ogni cittadino potrebbe recarsi in caso di catastrofi; e punti di ritrovo per i soccorritori. Tutto molto apprezzabile.. ma… qualcuno si è preso la briga di comunicare il piano ai cittadini? C’è da credere che questo piano sia a conoscenza di pochi intimi. Quando verrà comunicato a tutti i cittadini?
Il nostro primo cittadino quando si metterà all’opera per fare in modo che tutti i cittadini ricevano, in modo capillare, queste informazioni?
Si è mai preoccupato di accettarsi se nelle scuole vengano effettuate due volte l’anno le prove di evacuazione?
Cosa vogliamo ancora aspettare? Vogliamo recitare l’eterna parte italiana di chi, a cose fatte, recrimina e fa vuota retorica? Quando (Dio non voglia) ci ritroveremo a contare i morti, di chi sarà la colpa?
Chiedo a tutti di riflettere su tutto questo. Non voglio istillare preoccupazioni gratuite. Voglio che vi sia sicurezza, in caso di calamità, per chi abita in questa città (ma il discorso è naturalmente estendibile ad ogni altra città).
Agiamo adesso, e pretendiamo che chi deve agire agisca in modo che tutti i cittadini siano informati su come agire in caso di calamità naturali; e in modo che, chi sarà chiamato a intervenire –nel caso si verificassero vicende del genere- sappia come intervenire.

Grazie per l’attenzione,

Giuseppe Sorrentino

Porto: Tallini e Cardamone, ridicolo l’atteggiamento di Oliverio

<< I soldi per il completamento del porto (20 milioni di euro) fanno parte del Piano per il Sud varato dal governo Berlusconi nel 2011. Gli altri soggetti istituzionali, all’epoca, erano il presidente della Regione Scopelliti e il sindaco on. Michele Traversa. Che oggi il presidente “senza meriti” Mario Oliverio voglia mettere cappello su questa vicenda appare patetico e ridicolo>>.

tallini cardamoneE’ quanto scrivono Domenico Tallini e Ivan Cardamone, rispettivamente coordinatore provinciale e cittadino di Forza Italia Catanzaro.

<<Ma il presidente venuto dall’entroterra silano evita prudentemente di dire che egli ha abilmente “dirottato” verso la sua Cosenza i 20 milioni destinati al porto di Catanzaro, con il marchingegno di richiedere il parere VIA (Valutazione Impatto Ambientale) in modo da dilatare i tempi per l’appalto. Un parere che si è ben guardato di richiedere per il porto di Cetraro, guarda caso situazione nella sua “beneamata” provincia di Cosenza>>, continuano Tallini e Cardamone, <<la seconda mossa è stata quella, a seguito delle pubbliche denunce di Forza Italia, di spostare i 20 milioni di euro sui fondi PAC, sapendo bene che ciò avrebbe comportato tempi lunghissimi>>.

<<E’ passato un anno da quando Oliverio e i suoi dicevano che a breve sarebbe stato disponibile il finanziamento.Ora l’ennesima puntata della telenovela, con il puntuale annuncio (l’ennesimo) del finanziamento, fatto apposta per depotenziare la seria e concreta proposta del sindaco Abramo di approvare una Legge speciale per il Capoluogo>> continuano i componenti di Forza Italia, << loro, che pure l’avevano proposta tre o quattro settimane fa, questa legge non la vogliono e non la voteranno mai, perché sono prigionieri dell’asse Cosenza-Reggio Calabria.Oliverio e il PD giocano sulla pelle di Catanzaro. Il PD di Catanzaro è in mano agli uomini di Cosenza e non è un caso che a dirigere la “cabina di regia” elettorale del PD in vista delle elezioni catanzaresi siano l’ex sindaco di Diamante, Magorno, e l’ex sindaco di San Giovanni in Fiore, Oliverio. Saranno loro a scegliere il candidato a sindaco ( …)>>.

 

Differenziata: Legambiente premia Comune Catanzaro

 

<< Catanzaro la raccolta della spazzatura  “porta a porta” ha prodotto un notevole incremento della differenziata, che oggi si attesta sopra al 60% del totale dei rifiuti urbani prodotti>>. E’ con questa motivazione che Legambiente, nel corso della manifestazione “Ecosistema Urbano 2016” svoltasi a Rimini, ha consegnato un premio al vicesindaco del comune, Gabriella Celestino.

Gabriella Celestino 01

<<Il nostro Comune continua a distinguersi a livello nazionale per le ottime performance registrate in tema di raccolta differenziata. Il servizio, che ormai copre interamente la città, ha cambiato radicalmente il modo di vivere delle persone, che hanno sin da subito mostrato collaborazione e apertura dinanzi a un cambiamento molto importante>>, ha commentato Celestino,<< il merito di questo riconoscimento è tutto dei nostri concittadini e del sindaco Sergio Abramo che ha fortemente voluto che fosse avviato il “porta a porta”. Siamo perfettamente consapevoli che sia necessario continuare a migliorare e a perfezionare il servizio, ma quando si parla di raccolta differenziata è giusto che la città di Catanzaro venga identificata come un esempio virtuoso nel Meridione>>.

Servizio Idrico: disagi nell’area Bellino-Barone e viale Crotone

acqua 112

Per lavori di manutenzione sulla rete idrica di competenza Sorical, nella mattinata di oggi potrebbero verificarsi disservizi nell’erogazione dell’acqua potabile nelle zone di Barone, viale Emilia, Bellino, Giovino, viale Crotone e area porto.

Lo ha comunicato l’ufficio acquedotti di Palazzo De Nobili specificando che gli interventi eseguiti da Sorical dovrebbe durare per tutta la mattinata. La normalizzazione del servizio idrico dovrebbe avvenire nel primo pomeriggio di oggi, martedì 15 novembre.