Category: DONNE

Regione: Trasporti, Serio nominata commissario ART-CAL

Annita Serio, con decreto del Presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio, è stata nominata Commissario dell’Autorità Regionale dei Trasporti della Calabria (ART-CAL), il nuovo Ente di governo del bacino unico regionale per i servizi di Trasporto Pubblico Locale.

cittadella regionale (2)

Serio, nata e residente in Puglia, in possesso di due lauree, “vanta una notevole esperienza professionale nel settore dei Trasporti (autrice di numerosi articoli su riviste specializzate del settore, partecipazione a progetti europei, relatrice invitata a convegni nazionali sui temi della mobilità)”, come riporta una nota della Regione, “ la dottoressa Serio ha l’incarico – per il quale non è previsto alcun compenso – di costituire ART-CAL.”
“La regione Calabria si appresta a riformare il trasporto pubblico locale”, ha affermato il Commissario,”si tratta di un complesso progetto di governance affidato a un nuovo organismo, l’ART-CAL, teso a migliorare l’offerta dei servizi attraverso la valorizzazione e ottimizzazione delle risorse presenti in una logica di integrazione, economicità ed efficienza. È un obiettivo su cui vale la pena puntare e che penso possa essere conseguito con l’impegno di quanti si occupano del settore. Il mio compito è quello di avviare questo complesso processo che spero di concludere in tempi brevi”.

Roccisano: legge sul “Dopo di noi” una svolta per disabilità

 

“La legge sul ‘Dopo di noi’ segna una svolta culturale nel nostro Paese, finalmente ci si convince sempre di più che l’attenzione debba concentrarsi oltre che sugli aspetti sanitari, anche sui fattori di natura sociale e personale. Perché proprio quest’ultimi determinano il quadro funzionale, da cui dipende il grado di autonomia del soggetto. Il mondo della disabilità ha vissuto profonde modifiche in questi ultimi anni, c’è stata una profonda azione di rinnovamento dei servizi e degli interventi a favore del disabile, ma non bisogna fermarsi”.

E’ quanto afferma l’assessore regionale al Lavoro ed alle Politiche Sociali, Federica Roccisano, commentando il “Sì” dell’Aula della Camera alla legge “Dopo di noi”, che prevede importanti misure in materia di assistenza in favore di disabili privi del sostegno familiare.

Federica-roccisano 01

“Questo provvedimento rende migliore e meno difficile la nostra società, una legge che riesce a togliere parte di preoccupazione a migliaia di famiglie. Famiglie che, finalmente, vedono diminuire le angosce per il futuro dei propri figli”, continua Roccisano, “bisogna a questo punto concentrare le forze anche in Calabria, affinché si cogli questa opportunità e si incrementi il numero di strutture sul territorio. Ad oggi, sull’intero territorio calabrese, possiamo contare solamente su 11 ottime strutture accreditate.”

 

‘Quote rosa’ : Ferro, occasione persa dalla politica calabrese

 

“La legge definitivamente approvata dal Parlamento che prevede l’elezione di almeno il 40 per cento di donne nei Consigli regionali rappresenta una conquista di portata storica per le donne impegnate in politica, e segna purtroppo un’altra occasione persa dalla politica calabrese di dimostrarsi davvero all’avanguardia sul tema della democrazia paritaria”.

Ad affermarlo, la vice coordinatrice regionale di Forza Italia, Wanda Ferro.

donne 1 (3)

“L’introduzione della doppia preferenza di genere, rimasta ferma fin dalla passata legislatura nei corridoi di palazzo Campanella senza arrivare all’approvazione dell’aula, diventa legge dello Stato alla quale la Regione Calabria dovrà adeguarsi al più presto, con buona pace di quanti in questi anni, per insensibilità, miopia, o per mero interesse personale, si sono frapposti all’approvazione del provvedimento”, continua Ferro, “una norma che rappresenta una reale opportunità offerta alle donne per confrontarsi in un ambito meritocratico, garantendo anche all’interno degli stessi partiti una migliore selezione dei candidati, uomini e donne, e quindi un generale miglioramento della qualità della rappresentanza. Grazie alle modifiche che dovranno essere apportate alla legge elettorale, in futuro anche l’assemblea regionale calabrese potrà contare sull’apporto di un numero congruo di consigliere donne, mentre oggi siamo maglia nera in Italia dopo la Basilicata, con la rappresentanza femminile affidata all’unica eletta Flora Sculco. Spero che questo insolito segnale di maturità e di civiltà arrivato da Roma sia recepito dalla politica calabrese, che dovrà avere il coraggio di favorire e valorizzare il contributo delle donne nelle istituzioni elettive, a tutti i livelli”.