Category: CRONACA

Cane precipita in un dirupo: salvato dai Vigili del Fuoco

salvato-cane

Brutta avventura per un cane segugio. Era precipitato in un dirupo profondo circa 6o metri. A recuperarlo, i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Reggio Calabria.

salvato-cane-01

Come si può vedere dalle foto, l’animale è stato salvato grazie ad una imbracatura ad opera dei soccorritori, calatisi nello stesso dirupo.

E’ accaduto in  contrada Savoca, nel Comune di Staiti.

salvato-cane-02

 

Incidente stradale: due feriti

incidente-stradale-squillace
Incidente della strada sulla statale 106, nell’area di Squillace. Nello scontro frontale tra due vetture sono rimaste ferite due persone, un uomo ed una donna, rispettivamente di 44 e 39 anni.
Ad estrarre i due feriti dagli abitacoli  delle proprie auto, i Vigili del Fuoco. Dopo le prime cure le due persone rimaste coinvolte nell’incidente sono state trasportate in ospedale.
incidente-stradale-squillace-02

GdF: sequestrati beni per oltre 25 milioni, nel catanzarese

Beni per un valore di oltre 25 milioni di euro sono stati sequestrati dal Nucleo di Polizia Tributaria – G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Catanzaro, in esecuzione di un provvedimento emesso dal tribunale della stessa città, su richiesta della Procura Distrettuale.

guardia-di-finanza 01Destinatario della misura e’ Antonio Saraco, di Badolato (Cz), imputato per estorsione aggravata dal metodo mafioso, gia’ arrestato nell’estate del 2013 nell’ambito della nota operazione denominata “Free boat – Itaca” che aveva visto coinvolte venticinque persone, ritenute affiliate o fiancheggiatrici della cosca Gallace/Gallelli/Saraco, di Guardavalle e Badolato.

Nell’ambito delle citate indagini, in particolare, erano emersi due episodi di estorsione compiuti da Antonio Saraco nei confronti di due imprenditori modenesi responsabili della società titolare della struttura portuale di Badolato.

Nel primo caso, l’indagato, unitamente ad altri, aveva costretto i due imprenditori ad affidare la gestione del porto alla societa’ denominata “Ranieri boat service”. Nel secondo, invece, lo stesso Saraco aveva tentato di estorcere all’imprenditore modenese, per il tramite di Antonio Ranieri, la somma di 120 mila euro, facendogli intendere che la richiesta proveniva dal capo del “locale” di Guardavalle, Vincenzo Gallace. La consegna dei soldi però non avveniva, in quanto lo stesso Gallace vincenzo, venuto a conoscenza della richiesta estorsiva avanzata da Saraco, ordinava una spedizione punitiva nei suoi confronti.

Le successive indagini patrimoniali, coordinate dal Procuratore Distrettuale di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal Procuratore Aggiunto, Vincenzo Luberto, e dal Sostituto Procuratore, Vincenzo Capomolla, hanno consentito agli investigatori della Guardia di Finanza di ricostruire l’ingente patrimonio riconducibile al Saraco.

I beni complessivamente sequestrati comprendono il noto villaggio turistico “Aquilia Resort” di Badolato, una lussuosa villa e una societa’ Roma, trentatre immobili, un campo sportivo e terreni nel comprensorio, oltre ad auto, quote  di società e altro.

GDF sequestra centro scommesse abusive

Guardia finanza 11 bis

Gioco abusivo in provincia di Vibo Valentia. La Guardia di Finanza ha sequestrato un centro scommesse e denunciato il gestore.

Al centro della vicenda, la raccolta illecita di scommesse relative ai principali eventi sportivi nazionali ed esteri.

 

Incendiata auto consigliere Levato: solidarietà dalla società civile

 

Catanzaro – Grave fatto di cronaca ai danni del consigliere comunale Luigi Levato. Nella scorsa notte è stata data alle fiamme la sua automobile, parcheggiata nel cortile di casa. Immediate le reazioni di solidarietà.

levato luigi“L’intimidazione subita dal consigliere comunale Luigi Levato è un atto gravissimo che colpisce non solo un appassionato e competente esponente dell’amministrazione pubblica del capoluogo, ma è una ferita inferta a tutta la società civile catanzarese”. Ha affermato il sindaco, Sergio Abramo.
Il gruppo consiliare di Forza Italia manifesta la propria indignazione per l’ignobile atto intimidatorio subito dal collega consigliere Levato, a cui la scorsa notte hanno incendiato l’autovettura di proprietà.
“Siamo profondamente amareggiati per quanto accaduto e manifestiamo la nostra solidarietà e vicinanza, invitandolo a proseguire nella sua attività politica”,ribadiscono i consiglieri del gruppo di Forza Italia.
“E’ stato un gesto spregevole che non ha colpito solo il collega Levato, ma un’intera comunità, ed è anche per questo che vogliamo ribadire con vigore la necessità di azioni mirate alla difesa dei principi della legalità nella nostra città. Siamo sicuri che le forze dell’Ordine faranno presto luce su questa vicenda, restituendo serenità all’amico Levato e serenità e sicurezza alla nostra comunità”, continuano gli assessori Giovanni Merante e Alessio Sculco.
L’assessore alle politiche giovanili e sport, Giampaolo Mungo e il consigliere Mario Camerino, rappresentanti del movimento Officine del sud a palazzo de Nobili, esprimono piena solidarietà al consigliere Luigi levato per il grave atto subito.
“Continua l’aggressione agli amministratori”, evidenziano l’assessore Giampaolo Mungo ed il consigliere Mario Camerino, “l’ennesimo atto di chi vorrebbe affermare con l’arroganza e la violenza gli interessi personali a scapito di quelli della collettività. Levato, da uomo delle istituzioni, ha sempre lavorato con tutte le sue forze nel rispetto della legalità e della trasparenza”.

Nella foto: Luigi Levato

Catanzaro, aggrediti due vigili da parcheggiatori abusivi. Abramo e Merante, necessario coordinamento forze polizia

 

Parcheggiatori abusivi. Dopo le polemiche che si trascinano da mesi, la vicenda assume toni e forme più gravi in relazione ad alcuni episodi di violenza, anche recenti.

Intanto, in una nota diffusa da palazzo De Nobili, si fa riferimento  a ” Due agenti della polizia locale, in servizio anti-posteggiatori davanti all’ospedale “Pugliese”, aggrediti e feriti da un gruppo di extracomunitari di colore, formato da otto persone. Uno di loro è stato fermato dai vigili, con l’ausilio dei militari dell’Arma dei carabinieri, e posto in stato di arresto con le imputazioni di lesioni volontarie, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Si tratta di un trentenne, originario del Gambia.Toccherà al magistrato di turno decidere se convalidare o meno l’arresto”.

carabinieri 00 bis

“L’episodio si è verificato intorno alle 14,20 in viale Pio X, dove stazionava – così come accade da ben due settimane su specifica direttiva del sindaco Abramo e dell’assessore Merante – una pattuglia della polizia locale, con il compito di scoraggiare l’attività dei posteggiatori abusivi e prevenire episodi di violenza come quelli avvenuti nei giorni scorsi”, è scritto nella stessa nota dell’Amministrazione comunale, ” tale servizio ha dato ottimi risultati, tanto che per diversi giorni e fino a stamani non c’è stata traccia dei posteggiatori abusivi. Nel primissimo pomeriggio c’è invece stata l’aggressione che, per le sue modalità, è apparsa preordinata e premeditata.Gli otto extracomunitari hanno aggredito i due agenti – G.D. e P.R. – rifiutandosi di abbandonare il luogo dove avrebbero preteso di riprendere l’attività di posteggiatori abusivi. Uno degli extracomunitari ha utilizzato una grossa pietra per colpire gli agenti che hanno riportato varie ferite, in serata refertate al pronto soccorso dell’ospedale”.

Solidarietà espressa dal  sindaco, Sergio Abramo e dall’assessore Giovanni Merante, ai due agenti rimasti feriti, confermando che il servizio di pattugliamento davanti all’ospedale civile andrà comunque avanti. Entrambi hanno sottolineato la gravità dell’accaduto, auspicando che si arrivi ad un’azione sinergica tra tutte le forze dell’ordine per contrastare un fenomeno che purtroppo assume contorni sempre più preoccupanti.

 

Caraffa: trattore precipita in dirupo

 

Un trattore è precipitato in un dirupo di circa 100 metri d’altezza, nel territorio comunale di Caraffa. Sono intervenuti carabinieri e vigili del fuoco, ma dopo aver cercato a lungo nell’area impervia, non hanno trovato alcuna traccia della presenza di un possibile conduttore del  pesante mezzo meccanico.

Indagini in corso.

caraffa trattore in dirupo

Incidente : auto sui binari nel catanzarese

 

auto su binari a guardavalle 01
Perde il controllo della propria vettura e questa si ribalta sulla linea ferroviaria. Protagonista involontaria del fatto di cronaca una ragazza che conduceva una Chrysler Marz. L’incidente, per il quale occorrerà stabilire con esattezza i dettagli, è avvenuto al km 148 sulla strada statale compresa tra i comuni di Santa Caterina dello Jonio e Guardavalle.


auto su binari a guardavalle 02
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Soverato, che, accertatosi delle buone condizioni di salute della ragazza, curata dai sanitari del 118, hanno poi sollevato l’auto, con l’ausilio dell’autogru giunta dalla sede centrale di Catanzaro, posizionandola in zona sicura, per permettere la riattivazione del traffico ferroviario, che intanto era stato interrotto.

Marijuana: sequestro per 5,5 milioni in Calabria

 

marijuana 04
Quattro piantagioni per quasi tremilatrecento piante di marijuana, coltivate su terreni molto estesi, in una zona impervia nel comune di Cetraro, sono state scoperte dalla Guardia di Finanza di Cosenza, in sinergia con gli elicotteri del Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza di Lamezia Terme.

marijuana 02

Dopo aver percorso una serie di ripidi sentieri, facendosi largo tra la fitta vegetazione, le Fiamme Gialle si sono trovate dinanzi ad una vera e propria distesa adibita alla coltivazione di migliaia di piante di marijuana, perfettamente irrigata grazie ad una efficiente rete di tubazioni che si estendeva per centinaia di metri e prelevava l’acqua da una vasca, probabilmente originariamente costruita per dissetare i capi di bestiame, ma prontamente reimpiegata.

Jpeg

Rigogliose ed attentamente curate, le piante di marijuana, di ottima qualità. Sarebbero state
pronte a breve per essere tagliate, essiccate e immesse sul mercato all’ingrosso.
Già nei primi momenti dell’operazione si è palesato il salto di qualità fatto dai narcos: oltre
alle perfette condizioni di “salute” della marijuana, posizionata in maniera “scientifica”, sono stati utilizzati concimi particolari e molto costosi.
I coltivatori hanno dimostrato di saper curare anche varietà estremamente rare di marijuana, dotate di un elevatissimo grado di THC.
Marijuana di elevata qualità, quindi, che,  al dettaglio, può raggiungere e superare i
20 Euro al grammo. Nel complesso, sottratti alla criminalità –  attraverso il sequestro di circa 3. 300 piantine – circa 5,5 milioni di euro.

 

Lamezia: sequestro beni per 250 mila euro

Guardia finanza 11 bis
Beni per circa 250 mila euro sequestrati dalla Guardia di Finanza  ad un esponente di rilievo della criminalità locale, a Lamezia Terme.

Tra i beni oggetto di  sequestro, una villa ubicata in città e una vettura.