Catanzaro: associazioni, l’ex Istituto Rossi deve restare sede del Conservatorio

 

 

L’ipotesi di trasferimento del Conservatorio cittadino dall’ex Istituto Rossi alla scuola Carbone, per consentire  l’utilizzo dello stesso Istituto  alla facoltà di Sociologia dell’Università Magna Graecia, non piace ad alcune associazioni di cittadini.

Associazione ADOL , Cittadinanzattiva Catanzaro, Giovani Parole, Giovani Suoni , Il Baco Resistente , Il Pungolo per Catanzaro, firmano un documento  diffuso alla stampa, nel quale, pur parlando di “provvedimento paventato”, in quanto  “ ad oggi, resta confinato nel limbo di improvvidi comunicati,  e variopinte dichiarazioni di esponenti dell’amministrazione comunale(…)”, evidenziano come ” l’ex Istituto Rossi, già monastero del Carmine, di inestimabile valore artistico, storico, monumentale e culturale, vada conservato e tutelato con particolare impegno, attenzione e competenza. Immaginare, al contrario, di farlo oggetto di oltraggiosi e non meglio definiti lavori di adeguamento, rappresenta la punta di una incultura, rozza ed arrogante, davvero inaccettabile”.

 

musica e scuola 01

Le stesse associazioni insistono evidenziando “ che l’apertura del Conservatorio, avvenuta dopo grigi decenni di attesa, e sia pure come  – temporanea – propaggine del conservatorio Torrefranca di Vibo Valentia, costituisca un fiore all’occhiello per la nostra Città, e per l’intero territorio provinciale. E’ una conquista che va difesa con i denti, e valorizzata con investimenti adeguati e con risorse umane qualificate, per raggiungere anche la piena autonomia giuridica e funzionale”.

Infine, nella nota  si fa riferimento al fatto che “la facoltà di Sociologia di Catanzaro debba avere una sede funzionale e definitiva, idonea ad accogliere le attività didattiche e di ricerca della laurea magistrale e di quelle specialistiche, nonché tutti i servizi complementari(…) L’ex Istituto Rossi non possiede, né potrà mai avere, caratteristiche strutturali tali da consentire il raggiungimento del suddetto obiettivo(…)”.

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *