Catanzaro – Città Fortezza: una storia da divulgare.Nostra Intervista

 

Cathacium, la Città Fortezza, esaminata con le nuove tecnologie. Lo studio attento del materiale documentale e l’ausilio del computer, aprono nuovi squarci nella storia medievale di Catanzaro. Nella Biblioteca Comunale del capoluogo di regione, il Gruppo Studi di Mirabilia ha presentato documenti inediti ed una ricostruzione grafica della città del tempo, soprattutto attraverso le opere di fortificazione, che ne garantivano la sicurezza.E quando il materiale documentale esistente non basta più, com’ è stato detto durante  l’incontro, si passa all’osservazione diretta dei luoghi, alla ricerca di preziose testimonianze del passato.

Nostra intervista a Giovanni Matarese, co- fondatore e animatore di Mirabilia.  

 

Città fortezza 01

 

Quali elementi nuovi sulla Città Fortezza sono emersi dalla vostra ricerca?

E’ la prima volta in assoluto che si tocca così massicciamente il tema “Fortezza”. Nessuno mai l’ha ritenuto un argomento interessante.  Tutto parte dal nostro ritrovamento di un documento cinquecentesco. Questo documento, in effetti , è la più antica rappresentazione grafica della città. E’ il progetto delle fortificazioni, redatto intorno alla metà del ‘500, per la riorganizzazione della fortificazione già realizzata in precedenza. Questa fortificazione, abbiamo  verificato, non solo è stata è stata poi realizzata, ma in parte è ancora esistente. Abbiamo cercato d’interpretarla. In generale, ci sono degli elementi caratterizzanti, molte informazioni nuove  sull’esistenza di porte d’accesso alla città mai citate da alcuno, di torri di una certa entità. Abbiamo potuto rilevare un progetto elaborato in modo scientifico, nel pieno rispetto delle tecniche militari dell’epoca. Riporta indicazioni su una serie di postazioni di difesa importanti  e lascia intuire la conformazione della città sotto l’aspetto militare.

Il materiale documentale a supporto, può costituire una base ideale per nuove ricerche ed approfondimenti’?

In effetti da lì è partita tutta un’indagine storica per capire come si è arrivati a quel punto, siamo andati a ritroso fino ai bizantini, nel tentativo di dare un filo logico ai tanti eventi accaduti  nei secoli precedenti la costruzione di questa struttura: abbiamo anche individuato altre cinte di protezioni esistenti. Catanzaro Città Fortezza è un fatto acclarato. Confermato dal ritrovamento di  documenti inediti: lettere firmate dai conti in periodo feudale, ad esempio. Abbiamo per alcuni versi messo insieme ed elaborato le informazioni  prodotte da coloro che , nel corso dei secoli, si sono interessati di Catanzaro. Un lavoro, il nostro che dura da 20 anni.

 

città fortezza 03

 

Come funziona il Gruppo di Studi… Mirabilia?

Il Gruppo di  Ricerche di Mirabilia comprende oltre ai ricercatori storici di sempre (me e mio fratello Giuseppe) altri volontari appassionati di storia catanzarese (Walter Fratto e altri). Ognuno di noi ha competenze e specificità differenti e ci completiamo.

 

città fortezza 02

 

Una sala piena, durante l’incontro in Biblioteca Comunale. Perchè , a volte, la storia della propria città finisce per essere quasi completamente ignorata e misconosciuta?

Prima di tutto è stata comunicata male, non in modo coinvolgente  e mai arricchita di passione. E’ stata, spesso, trasferita da addetti ai lavori ad addetti ai lavori e non è mai diventata patrimonio di tutti. Stiamo cercando, utilizzando le tecniche attuali, di facilitare anche l’aspetto divulgativo. Di entrare nella psicologia dei tecnici del tempo, per capire come hanno operato e replicare le loro azioni usando le nuove tecnologie.

 

Alfonso Scalzo

 

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *