Catanzaro, ascensore a Bellavista: Fulciniti (Nuovo Psi) un danno enorme per la città

 

La realizzazione dell’ascensore a Bellavista potrebbe causare un danno enorme alla città, deturpando il panorama in una delle aree più belle del capoluogo di regione?

Sulla vicenda l’intervento di Domenico Fulciniti, segretario regionale Nuovo Psi.

bellavista 02 bisFermateli, finchè siamo in tempo.
In questa città, il decoro urbano, a parte le dichiarazioni di circostanza, continua ad essere ciò che è sempre stato: un insieme di parole per riempirsi la bocca. Qualsiasi edificio o zona che abbia un valore storico, continuano ad essere depredati, smantellati e distrutti, e in molti casi con il consenso dell’amministrazione comunale.

La foto che alleghiamo la dice tutta: Bellavista, il “belvedere” di Catanzaro, zona ammirata da tutti i catanzaresi e anche da chi arriva da fuori, sta per essere deturpata in maniera irrimediabile. Stavolta il valore storico di Bellavista sarà perduto per sempre e di questo saremo tutti colpevoli, se qualcuno non interviene in tempo.

Anni fa, ai tempi della giunta di Rosario Olivo, dopo varie proteste dei cittadini e delle associazioni, fu distrutto il cosiddetto “ascensore” che doveva portare da Bellavista al parcheggio sottostante, perché impediva la visuale a mare. Oggi, pensando ad un progetto assai meno invasivo e più rispettoso dell’estetica del paesaggio, senza ostruire la visuale del mare, ci troviamo con un progetto che ha deciso non di eliminare il danno, bensì di farlo ancora più grosso. Da due metri si è passati a tre. E se prima sono stati spesi soldi pubblici per costruire e demolire un’indecenza, oggi si spendono soldi pubblici per fare un danno ancora più grande.

C’è da chiedersi: ma cosa passa per la testa in chi dà il proprio avallo a progetti che invece di valorizzare la città continuano a deturparla? E non solo: oltre a deturpare il territorio, non si tiene conto in alcun modo della volontà dei cittadini, dal momento che gli stessi si sono già espressi contrariamente, in passato, e di certo non si aspettavano di essere nuovamente presi per i fondelli.
Il danno potrebbe diventare irreversibile, ma questo disastro può essere ancora fermato, finché siamo in tempo.

Domenico Fulciniti
Segretario Regionale
Nuovo Psi

1 Comment

  1. marino scrive:

    Ma perchè ne parla solo adesso che sembrerebbe essere in dirittura di arrivo ?
    Perchè non ha manifestato prima il suo dissenso.
    Sono anni che se ne parla come delle le scale mobili, della metropolitana e altro ?
    Non è certamente un ascensore che deturpa il paesaggio.
    Se non altro, servirebbe a incentivare le persone a utilizzare il parcheggio sottostante
    Ma forse a voi piace di più, avere le incompiute come Parco Romani
    Per come la vedo io, il parco avrebbe potuto dare un impulso al commercio di Sala e della zona sud del Centro Storico data la possibilità di collegamento veloce con Piazza Roma tramite la funicolare e poteva essere un incentivo in più ma, in questa Città c’è sempre pronto il guastafeste di turno
    dr.Marini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *