Catanzaro, acqua: oltre ai disservizi, anche la beffa per i cittadini?

 

Un giorno sì e l’altro pure. I diversi quartieri di Catanzaro, puntualmente ed a turni quasi regolari, si ritrovano con i rubinetti a secco.

carenze idriche

Lo schema classico che si ripete stancamente nel tempo – nota informativa del Comune sui disagi/ comunicazioni della stampa/ rabbia dei cittadini che il servizio idrico lo pagano, disfunzioni comprese – subisce adesso una netta inversione di rotta.

“In seguito a controlli eseguiti in mattinata dall’ufficio acquedotti di Palazzo De Nobili si è appreso che la Sorical sta riscontrando alcuni problemi all’impianto di potabilizzazione di Santa Domenica, nella zona di Magisano”, si legge in una nota dell’Amministrazione comunale, ” dell’esistenza di queste problematiche la Sorical non ha provveduto ad avvisare per tempo il Comune. Se nelle prossime ore dovessero verificarsi disagi nell’erogazione del servizio idrico nelle zone di Mater Domini, Cavita e centro storico, questi saranno imputabili alla non corretta programmazione degli interventi di riparazione da parte di Sorical”.

Da quanto riportato, s’intuisce nell’immediato di rapporti non proprio idilliaci tra Comune e Sorical ( società di gestione degli impianti idrici), che rischiano di ricadere proprio sui cittadini.

Finora, veniva annunciata l’interruzione del servizio idrico in una o più aree del capoluogo regionale, si accennava alla causa, si evidenziava un generico ma parzialmente tranquillizzante ” i tecnici sono già al lavoro, la ripresa del servizio entro…”. Adesso cambia tutto. Si annuncia un possibile problema in tre popolose aree della città, centro storico compreso, si aggiunge che qualora ciò avvenisse dovrebbe essere imputato a… e si lascia irrisolto un problema fondamentale: la tutela dei cittadini.

Alla casalinga che aprendo il rubinetto non è gratificata dal ‘miracolo’ quotidiano di vedere scorrere l’acqua, quest’ultimo tipo di informazione non interessa molto. Non potrebbe comunque  intervenire per affrontare il problema… e  tutto ciò può essere tranquillamente ritenuto  valido anche per gli altri componenti la famiglia, alle prese con le stesse difficoltà.

L’individuazione delle responsabilità è una questione che riguarda altri settori della società civile. Se necessario vi si ricorra. Ma ai cittadini si lasci la sola incombenza, già pesante considerati i tempi di ristrettezza economica, di pagare le tasse, magari in cambio di servizi efficienti.

a.s.

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *