Catanzaro: 2014 anno nero per le multe, meno del 40% in riscossione

 

 

multe auto 01

 

A Catanzaro si sanzionano sempre meno violazioni al Codice della strada. A dirlo sono i dati sugli accertamenti che, negli ultimi tre esercizi finanziari, sono risultati in costante calo. Buone notizie per gli automobilisti, dunque, ma non per il Comune: da questo punto di vista le casse di Palazzo de Nobili languono.
Nel 2012 i proventi delle multe hanno sfiorato la somma di due milioni e 280mila euro, ma nel 2014 si sono fermati a quasi un milione e 482mila euro. A conti fatti, in tre anni, gli accertamenti sono calati di 800mila euro confermando una discesa i cui effetti si sono visti anche nel 2013. Allora, rispetto all’anno precedente, si registrarono accertamenti in meno per poco più di 200mila euro.
Anche in una città caotica come Catanzaro, dunque, è possibile evitare le multe, ma questa per l’amministrazione comunale non è certamente una buona notizia e non lo è ancor di più se si considera che, nel capoluogo di regione, il crollo degli accertamenti va associato anche ai problemi di riscossione. E sì, perché delle contravvenzioni fatte nel 2014 l’ente è riuscito a riscuoterne soltanto il 39,41%. In sostanza, 900mila di accertamenti non sono mai stati incassati.
Ovviamente non si tratta di una somma da porre nel dimenticatoio perché il Comune avviserà, dei procedimenti pendenti a loro carico, tutti quegli automobilisti che non hanno provveduto a regolarizzare la loro posizione. Lo farà in vari step passando dal preavviso di cartella esattoriale per arrivare all’invio delle pratiche a Equitalia e, dunque, alla cartella esattoriale vera e propria. L’iter, insomma, è ancora lungo e soltanto quando sarà tutto concluso si potranno analizzare i numeri definitivi. Quel che è certo, però, è che gli accertamenti sono diminuiti e che la riscossione non dà i frutti sperati.

Antonella Scalzi

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *