Differenziata: come migliorare il servizio?

 

Migliorare il servizio di raccolta differenziata porta a porta. Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ha tenuto una riunione con i consiglieri comunali.

Dopo l’avvio nel Centro storico e nelle aree Sala, Campagnella, Samà e Santo Ianni, occorre adesso proseguire con la consegna dei kit adibiti alla differenziata nella seconda area prevista (Sant’Elia, Pontegrande, Pontepiccolo, Catanzaro nord, Piterà). Si darà il via all’effettiva partenza del servizio solo una volta riscontrata la certezza che tutte le famiglie siano dotate dell’attrezzatura necessaria e che la raccolta  prosegue senza intoppi nelle aree in cui è già stato avviata.

Anticipare l’orario del conferimento dei rifiuti sul suolo pubblico alle ore 20.00, anziché alle 21: sono alcune proposte migliorative, emerse nel corso della riunione.L’anticipo dell’orario, così com’è stato evidenziato, andrebbe a giovare soprattutto agli anziani che guardano alle ore 21.00 come ad un orario scomodo per uscire da casa per il conferimento dei rifiuti.

riunione porta a porta
“Stiamo parlando” , ha detto Abramo, ” di un servizio essenziale per la città. Il mio obiettivo, e sono fiero che i consiglieri senza distinzione di schieramento stanno collaborando in modo eccezionale, è che i cittadini si abituino presto a questo nuovo modo di conferire i rifiuti. Ma nel farlo i loro disagi devono velocemente risolversi. Motivo per il quale alla ditta che si occupa del servizio sono già state effettuate delle contestazioni relative ad alcuni aspetti che hanno procurato disagio ai cittadini in questi giorni di avvio del “porta a porta”. E’ vero, infatti, che il servizio è stato voluto e appaltato dall’Amministrazione comunale, ma a gestirlo è la ditta privata che, pertanto, è responsabile anche di eventuali disservizi”.

Il sindaco incontrerà nuovamente i consiglieri comunali nella giornata di giovedì 28 gennaio.

Tutte le NEWS:  http://catanzaropolitica.it/

 

1 Comment

  1. Anna Zampina scrive:

    Ma è sempre l’Amministrazione comunale che deve vigilare perché non si verifichino i disservizi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *